• 25/10/2017 alle 09:49 #57128
    Foto del profilo di Silvia LonardoSilvia Lonardo
    Amministratore del forum

    Ciao mamme, che ne pensate di questo divieto per i ragazzini delle medie di tornare a casa da soli nonostante l’autorizzazione dei genitori?
    A quanto pare infatti fino ai 14 anni, lasciare il proprio figlio incustodito rappresenta “abbandono di minore” e le scuole, per tutelarsi, stanno agendo di conseguenza, impendendo ai ragazzini di lasciare la scuola da soli.

    Personalmente mi sembra alquanto esagerato,anche perché in genere i genitori che fanno fare ai figli la strada da soli, lo fanno perché non abitano distanti e un ragazzino delle medie qualche metro da solo fuori casa credo sia autorizzato a farlo.
    D’altra parte se la legge è questa, che si può fare per evitare di incorrere in sanzioni nel caso succedesse qualcosa? (non parlo per forza di tragedie, ma anche semplicemente se il bambino mentre è da solo inciampa e si rompe una gamba)

    Sono curiosa di sentire la vostra opinione

  • 27/10/2017 alle 13:51 #57191
    Foto del profilo di Mamma DolomiticaMamma Dolomitica
    Partecipante

    Condivido! non possiamo pretendere di farli crescere secondo principi di autonomia e indipendenza per poi negare determinate azioni ai genitori.

    Io vivo in un paesino di 4000 persone, le medie sono in fondo alla mia via, qui ci conosciamo tutti… e dovrei andare a prenderli ogni giorno per evitare di essere denunciata?

    è davvero eccessivo come provvedimento…

  • 29/10/2017 alle 17:14 #57206
    Foto del profilo di KhadiKhadi
    Partecipante

    Per me è veramente assurdo! Viviamo in un epoca in cui i ragazzini sono spesso in stato di totale abbandono. Quanti sono i genitori che lavorando entrambi e non potendosi comunque permettere una baby sitter lasciano i bimbi soli in casa a partire da 6-7 anni, quanti sono i bimbi che a 12-13 anni iniziano ad uscire la sera e frequentare addirittura bar e pub etc. etc.? E adesso, di colpo, diventano troppo piccoli per poter tornare a casa da soli dopo la scuola? Io faccio scuola a casa, le mie figlie stanno tutto il giorno con me, ma quando la mia prima andava a scuola già a partire dai 7 anni ho iniziato a farle vere e proprie lezioni per spiegarle “come andare a scuola da sola e tornare a casa da sola”. Spesso andavo ad accompagnarla e riprenderla, però a volte la lasciavo andare da sola proprio per renderla più autonoma, per aiutarla a crescere sicura di sé. Ovviamente l’ho fatto quando potevo permettermelo e la scuola era a tipo 5 minuti da casa e in posti tranquilli, non certo quando ci è capitato di vivere al centro di Nizza mentre la scuola era in periferia. Lì ci alzavamo alle 6,30, uscivamo di casa insieme alle 7 e ci sorbivamo un’ora di mezzi pubblici tra metro e bus. Poi io da sola tornavo indietro e alle 3 del pomeriggio mi rifacevo la stessa disastrosa sfacchinata.

    Sinceramente non ho seguito la vicenda che ha portato a questa esagerazione, ma ancora una volta siamo di fronte ad un assurdo che rende i nostri figli sempre più confusi, deresponsabilizzandoli al massimo.

  • 03/11/2017 alle 14:31 #57243
    Foto del profilo di BarbarellaBarbarella
    Partecipante

    Assolutamente concordo con te Silvia. Effettivamente è un argomento molto caldo in questi giorni.

    Ho letto diversi pareri autorevoli nelle ultime settimane (Alberto Pellai, psicologo https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1508292049247154&id=607285592681142&pnref=story; Daniele Novara https://www.facebook.com/Daniele-Novara-121793864832061/ e altri) e sono tutti concordi nel sostenere che si tratta di una vera sciocchezza volta solamente a parare “il fondoschiena” degli insegnanti e delle scuole, ma se si è arrivati a questo punto è anche perchè noi genitori negli ultimi anni siamo venuti meno alle nostre responsabilità. In primis, non lavorando sull’autonomia dei ragazzi e poi scaricando alla minima difficoltà le colpe sugli insegnanti in un eccesso di tutela e garantismo dei nostri figli. E questa è stata la reazione, avvallata da una legge che ovviamente ne crea le premesse. Ovviamente in un periodo già di crisi del lavoro, con una occupazione femminile già tra le più basse in Europa, difficoltà a conciliare vita privata e lavoro, ci manca solo che ci chiedano di andare a prendere di persona i figli pre-adolescenti alle 13.30…così per facilitare la vita.

    Ma soprattutto se la richiesta può avere minimamente un senso i primi mesi della prima media, dove stì ragazzini sono a volte un po’ spaesati, dopo qualche mese sono loro a farti una pernacchia se li aspetti fuori da scuola., perchè quello è uno dei primi spazi di autonomia che sperimentano e di cui hanno maledettamente bisogno.

    Piuttosto come dice anche Pellai, noi genitori dobbiamo accompagnare i ragazzini verso una graduale acquisizione di autonomia, permettendo di prendere le distanze da noi ma vigilando su di loro perchè possano muoversi senza correre gravi rischi. E questo può avvenire sia grazie alle istituzioni (città più sicure, piste ciclabili, strade bene illuminate, educazione civica e stradale ) ma anche grazie ad una responsabilità sociale più sviluppata in tutti noi.

  • 05/11/2017 alle 18:21 #57246
    Foto del profilo di Silvia LonardoSilvia Lonardo
    Amministratore del forum

    Secondo me comunque dovremmo cercare di tenere alta l’attenzione su questo argomento, pretendendo che qualcuno faccia qualcosa di concreto… Non trovo giusto nemmeno che il genitore firmi una dichiarazione in cui si prende la responsabilità, perchè se ad un ragazzino capita un incidente fuori dalla scuola non è giusto che il genitore si prenda la responsabilità per una disgrazia.

  • 03/07/2019 alle 03:17 #59223
    Foto del profilo di Erika CassandroErika Cassandro
    Partecipante

    Ecco, proprio su questo punto voglio intervenire Silvia: se capita un incidente il genitore deve prendersi la responsabilità. Purtroppo è capitato al figlio di una amica della mia vicina, tornava da scuola e l’hanno investito sulle strisce pedonali. La mia vicina mi ha raccontato che adesso i genitori sono stati denunciati perché responsabili di aver lasciato un minore (12 anni) tornare a casa da solo. Non so come finirà, se ho nuove notizie vi aggiorno. Io comunque rimango basita. Quando ero piccola (ora ho 35 anni) già alle elementari andavo a scuola da sola. La scuola era a pochi metri da casa ma ero comunque piccola. Alle medie prendevo addirittura l’autobus!!! Non capisco come mai adesso ci siano tutte queste paranoie! Vi dico solo che la mia collega ogni giorno stimbra il cartellino e lo ritimbra per andare a prendere il

    figlio a scuola e riportarlo a casa! Deve così poi recuperare l’ora persa. Rendiamoci conto. A me sembra assurda questa cosa. Come fanno ad imparare a responsabilizzarsi? Certo magari ora ci sono maggiori pericoli ma per un genitore che lavora è diventato un problema portare i figli a scuola.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Tag della discussione